Attestato di Prestazione Energetica - Sole Immobiliare

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attestato di Prestazione Energetica

Com'è fatto un attestato di prestazione energetica (APE)?

Nell'Attestato di Prestazione Energetica sono presenti tutte le indicazioni relative alla prestazione energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare.
La prestazione energetica dell’edificio è indicata in base alle classi energetiche, che vanno dalla migliore A (che dal luglio 2015 sarà A4), alla peggiore che è G.
La data di rilascio e di scadenza del certificato sono riportate nel documento stesso, insieme ad un codice identificativo unico che sarà obbligatorio, ad esempio, da inserire nei contratti d’affitto o di vendita.

Sul certificato ci sarà un valore numerico che rappresenta l’indice di prestazione energetica; esso è determinante per assegnare la classe energetica dell’edificio e per indicare quanta energia primaria serve per il funzionamento dell’edificio (l’energia primaria è l’energia che non è stata soggetta a nessun processo di conversione o trasformazione; ad esempio i combustibili fossili - il petrolio, o il gas metano - costituiscono fonti di energia primaria).

È possibile, con un calcolo abbastanza semplice, che l’indice numerico (che indica la prestazione energetica) e la classe energetica stessa vengano tradotte in costi energetici, ossia quanti euro in un anno saranno necessari per far fronte alle bollette del gas metano, ad esempio. È anche questo uno degli obiettivi della nuova normativa nazionale sulle certificazioni energetiche che entrerà in vigore dal luglio 2015: dare la possibilità a chi vuole acquistare o prendere in affitto un abitazione, di scegliere edifici che abbiano una classe energetica ottima che li faccia risparmiare sensibilmente sui costi, abbattendo gli sprechi. Un edificio certificato di classe A, ha un consumo minore del 50% se paragonato ad un edificio certificato di classe C, e addirittura circa l’80% di consumo inferiore rispetto ad un edificio classificato di classe G.
Quando devo certificare il mio immobile?

Cessione a titolo oneroso dell'intero edificio o di singole unità abitative
Edifici di nuova costruzione
Ristrutturazione totale di edifici con superficie utile maggiore di 1000 m2
Interventi di demolizione e ricostruzione
Ampliamenti di volume maggiori del 20%
Sgravi fiscali o incentivi
Attività edilizia prevista dal “Piano Casa”
Per esporre annunci immobiliari (dal 1°gennaio 2012)
    
Sanzioni:
Se la certificazione energetica non viene effettuata, la legge prevede delle sanzioni per i responsabili.

Da notare:
Le certificazioni hanno durata di 10 anni, a prescindere dall’eventuale e successivo aggiornamento delle disposizioni regionali

Cosa devo fare per certificare il mio immobile?

Professionisti abilitati:
Il servizio di certificazione energetica puó essere eseguito da un tecnico abilitato come definito dal Decreto Legislativo 30 maggio 2008 n. 115.
La Regione Veneto ha istituito una "banca dati informatizzata" creando un applicativo che  SOLO I TECNICI ACCREDITATI possono "alimentare".


Processo tipico lato utente:
Ricercare e contattare il  certificatore
Preparare piantine, schede tecniche dell’impianto di riscaldamento e altri dati relativi all’immobile
Accordarsi con il certificatore per l’esecuzione del sopralluogo
Attendere l’elaborazione della pratica e la copia dell‘attestato di certificazione energetica.

Da notare:
È auspicabile richiedere la verifica con sopralluogo da parte del certificatore incaricato.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu